Prodotti difettosi: la garanzia

Il venditore è responsabile di eventuali difetti di conformità quando essi si manifestano entro il termine di due anni dalla consegna del bene. In caso di difetto di conformità, il consumatore ha diritto al ripristino, senza spese, della conformità del bene mediante riparazione o sostituzione, o a una riduzione adeguata del prezzo o alla risoluzione del contratto, ma decade da tali diritti previsti se non denuncia al venditore il difetto di conformità entro il termine di due mesi dalla data in cui ha scoperto il difetto. La denuncia non è necessaria se il venditore ha riconosciuto l’esistenza del difetto o lo ha occultato.
Salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro sei mesi dalla consegna del bene esistessero già a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformità.
Art. 132 d. lgs. n. 206 dello 06.09.2005 (Codice del Consumo).
Trib. Ascoli Piceno sent. n. 97 dello 03.02.2017.
Avv. Davide Lorello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *